ARSENALE DI VERONA

Un cortese utente ci fornisce degli aggiornamenti importanti sull’annosa vertenza Arsenale

Testo del messaggio :
Buongiorno, da ex  borgotrentino non ho mai smesso di tenermi in contatto con il comitato arsenale. E’ stato fatto un passo importantissimo, anzi fondamentale con la lettera che la Soprintendenza per i beni architettonici di Verona ha inviato al comune, il quale ha esattamente, come dice il codice dei beni culturali, 30 giorni di tempo per ottemperare alle disposizioni ivi contenute e cioè: la messa in sicurezza delle parti pericolanti o comunque pregiudizievoli della pubblica incolumità.
E’ un momento particolarmente complesso e delicato, in cui occorre molta prudenza, ed ora si rende necessario attendere gli sviluppi futuri.
Sarebbe auspicabile, in tale frangente, che le parti si  dimostrassero ambedue collaborative per la risoluzione della annosa vicenda, e porre in essere tutte quelle azioni, necessarie per il recupero definitivo del complesso, senza ulteriori indugi.
Nelle occasioni che ho avuto di entrare dentro per brevi visite ed in occasione di mostre, ne sono uscito con rabbia e desolazione, ma sempre con la ferma convinzione che qualcosa si poteva fare;
Yes we can per dirla alla Obama e finalmente si è avuta la conferma che finalmente con la principale legge dello Stato a tutela del nostro patrimonio storico artistico (veronese intendo), mai applicata fino ad ora, qualcosa si sta muovendo per il giusto verso.
Comunque sia, il passo più importante, è quello che permetterà finalmente, a vantaggio della collettività tutta, cui l’arsenale appartiene, di evitare lo storno, nel 2015, dei 12 milioni di euro dell’arsenale col nuovo bilancio.
Attendiamo gli eventi fiduciosi, il clima sembra già più sereno, ma occorre sempre essere vigili al fine di evitare brutte sorprese.
Ringrazio anticipatamente per la cortese attenzione.
Un amico